Costiera Amalfitana on the road

Alzi la mano chi, come me, è stufo di quest’inverno che sembra non finire più e di questa primavera che continua a giocare a nascondino.

Qui c’è davvero bisogno di una sana cura di vitamina D, di sole, di profumo di mare e di togliersi di torno questi benedetti cappotti.

Insomma c’è bisogno di ESTATE, parola che a solo pronunciarla mi mette di buon umore…

Oggi per sentirmela più vicina, la mia amata estate, mi sono messa a riguardare le foto del mio viaggetto on the road di pochi giorni sulla Costiera Amalfitana, fatto con un’amica a luglio dell’anno scorso.

Diciamo che, se potessi, prenderei un aereo in questo momento per Napoli… 😀

 

 

Mi precipiterei a pranzo Da Adolfo, anche se questo comporterebbe l’attesa infinita (e sotto il sole dell’una) della barchetta con il pesce rosso che dal molo principale di Positano ti porta alla sua spiaggietta privata… poi tanto arrivi lì e ti senti in paradiso. Raggiungibile solo via mare, questo ristorante è un piccolo sogno di bellezza incontaminata, semplice e selvaggio, dove consiglio di perdersi tra sapori genuini e suoni della natura.

adolfo (1).jpg

 

Dopo pranzo mi stenderei al sole, sui lettini che il ristorante Da Adolfo mette a disposizione per i suoi clienti oppure sulla spiaggia privata appena a sinistra, per ritornare poi verso Positano che vista dal mare è ancora più bella.

 

illybarca.jpg

 

dabarca (1).jpg

 

Passeggerei senza fine per le viette strette del centro, fermandomi per una breve sosta da Casa e Bottega, un perfetto mix tra negozietto di casalinghi tipici e ristorante bio. Ottima la colazione e le centrifughe.

Mi farei tutta la scalinata (ben 413 scalini!) per raggiungere la spiaggia della Gavitella a Priano, una delle poche spiagge della Costiera Amalfitana ad essere illuminata dal sole fino al tramonto…. L’aperitivo gustato sdraiata sui lettini con questa vista ha decisamente un altro sapore.

Gavitella3.jpg

 

bicchierigavitella.jpg

 

gavitella1 (1).jpg

 

Invece di perdere tempo alla grotta dello Smeraldo a Conca dei Marini  (che per me è stata una delusione) il giorno dopo mi imbarcherei per una gita a Capri, passando il pomeriggio sui pedalò della spiaggia di Erchie per poi trascorrere la serata ad Amalfi

pedalo.jpg

 

pedalo2.jpg

Dal momento che l’anno scorso non sono purtroppo riuscita a visitare Ravello farei una tappa in quella che viene definita la perla della Costiera Amalfitana prima di ritornare verso l’aeroporto, senza prima aver fatto un piccolo saluto alla mia adorata Napoli

 

vedutaconfiori.jpg

 

portastretta (1).jpg

 

chiesa.jpg

 

barche2.jpg

 

gavitella2.jpg

 

 

 

 

 

 

 

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Rispondi